mercoledì 29 aprile 2009

PARLA CON ME

Ma dove guardano ormai
quegli occhi spenti che hai?
Cos’è quel buio che li attraversa?
Hai tutta l’aria di chi
da un po’ di tempo oramai
ha dato la sua anima per dispersa.

Non si uccide un dolore
anestetizzando il cuore
c’è una cosa che invece puoi fare
se vuoi se vuoi se vuoi..

Parla con me, parlami di te
io ti ascolterò
vorrei capire di più
quel malessere dentro che hai tu.
Parla con me, tu provaci almeno un po’
non ti giudicherò
perchè una colpa se c’è
non si può dare solo a te.
Parla con me

Poi quando hai visto com’è
anche il futuro per te
lo vedi come un mare in burrasca,
che fa paura lo so
io non ci credo però
che almeno un sogno tu non l’abbia in tasca.

Ma perchè quel canto asciutto?
Non tenerti dentro tutto.
C’è una cosa che invece puoi fare
se vuoi se vuoi se vuoi..

Parla con me, parlami di te
io ti ascolterò
vorrei capire di più
quel malessere dentro che hai tu.
Parla con me, tu dimmi che cosa c’è
io ti risponderò,
se vuoi guarire però
prova un po’ a innamorarti di te.

Non negarti la bellezza di scoprire
quanti amori coltivati puoi far fiorire
sempre se tu vuoi..

Parla con me, parlami di te
io ti ascolterò
vorrei capire di più
quel malessere dentro che hai tu.
Parla con me, tu dimmi che cosa c’è
io ti risponderò,
se vuoi guarire però
prova un po’ a innamorarti di te.
Parla con me..
Parla con me..


Lo so, adesso qualcuno dirà, "ecco la solita canzone banale, che non dice nulla di nuovo, insomma la solita canzoncina di Eros", forse, può darsi, ma io non la penso così, spesso cerchiamo frasi o testi complicati che non ci rispecchiano, quando ancora non abbiamo interiorizzato e fatti nostri i concetti più semplici!
Mi stupisco di come molte persone intorno a me, io in primis, facciano fatica a parlare, a esprimere i propri sentimenti, ad aprirsi quando si trovano faccia a faccia con l'altro.
E' più facile, aprirsi, dirsi tutto a distanza, in un contatto non propriamente "diretto" scrivendo magari una mail o una lettera.
E' più semplice nascondersi dietro uno schermo o dentro alla carta da lettera perchè spesso abbiamo paura di lasciar trasparire le nostre emozioni, abbiamo timore dei giudizi, di sentirci impacciati.
Con questo non voglio dire che sia sbagliato, ANZI, l'importante, a mio parere, e poter comunicare, dire, non lasciare cadere, con ogni mezzo a disposizione, ma non dobbiamo avere paura del confronto diretto.
Dopo tutto questi siamo noi, noi che diventiamo rossi se ci sentiamo a disagio, noi che piangiamo dalla rabbia, noi che piangiamo affrontando un determinato argomento perchè parlarne lo "tira fuori", lo rende reale!
Quante volte Denix ha pensato che fossi leggermente (o forse qualcosa in più) squilibrata perchè la rabbia la dimostro con il pianto? Perchè alcune sensazioni mi fanno diventare come una fontana?
Preferisco mille volte passare per pazza e parlare piuttosto che lasciare andare.
Comunichiamo, in un modo o nell'altro, esterniamo, in un modo o nell'altro, l'altra persona, sia essa amica, genitore, compagna, saprà ascoltarci se davvero ci vuole bene, e sopportare il pensiero che siamo anche un pochino "pazze" ... ma siamo noi!

8 commenti:

katiu ha detto...

Ehm .. che non fossi troppo a posto con le rotelle lo avevo capito sai? :)

Cmq è vero, a volte è così semplice lasciarsi andare ed esprimere ciò che sentiamo, ciò che ribolle dentro di noi. E' che a volte ci lasciamo imbrigliare da degli stereotipi che vuole la società (persone fredde, dure, decise) quando invece magari noi siamo tutto l'opposto.
Bisognerebbe imparare, più che a comunicare, a fregarsene del giudizio degli altri. Allora anche parlare ed esprimere i ns sentimenti diverrà molto più naturale!

franci ha detto...

In questo momento stanno trasmettendo alla radio questa canzone...a me piace molto!!Ora leggo il tuo post Ivy!!!

Un bacino a te e uno a Katiu dagli occhi viola!!!

franci ha detto...

Bello e vero ciò che hai scritto Ivy! E vero anche ciò che scrive Katiu.
Gli altri giudicano, spesso e volentieri senza conoscere, sapere...e questo a volte ci fa bloccare.
A volte qualcuno non "tira fuori" perchè non vuole disturbare l'altro (vedi Luca!) ed è molto peggio. Si dovrebbe fare sempre ciò che uno si sente ma a volte non è la cosa giusta! E allora??Boh!!! Io per natura sono una che parla, parla, parla...e Katiu ne sa qualcosa!Quando è passata qua ad agosto l'ho intontita poveretta!Mi sa che non vedeva l'ora di andarsene!!

katiu ha detto...

Franci!!!!!!!!!
Ma cosa dici????????????????
E' così bello starti ad ascoltare!
Anche perchè se è vero che bisogna "tirar fuori" ciò che uno ha dentro, serve anche necessariamente qualcuno che "recepisca" ciò che viene dato.
Tradotto: ci vuole qualcuno che parli e qualcuno che ascolti!

Ivy ha detto...

Brava Katiu hai ragione in entrambi i tuoi interventi!
Prima cosa essere noi stessi sempre e comunque, quindi se abbiamo qualcosa da dire, qualcosa nel cuore, non vergognamoci e mostriamolo.
Certo a volte alcune persone dovrebbero trovare il modo migliore (ma lasciamo perdere questo discorso troppo ampio e incasinato).
Seconda cosa, ma non meno importante, come dobbiamo essere pronti a parlare e comunicare, dobbiamo essere pronti anche ad ascoltare! IMPORTANTISSIMO!
Francy è un bene poter sapere che l'altro è pronto per "essere disturbato", penso ti faccia più piacere capire perchè Luca si sente o si comporta in un determinato modo, dicendoti ciò che ha dentro, piuttosto che, lasciarti immaginare mille cose!
Certo poi ognuno ha il proprio carattere.

xina ha detto...

Oh cara la mia Ivy come comdivido quello che dici. Io sono, anzi ero, la prima a tenermi tutto dentro, ma proprio dentro dentro, finchè poi.....BOOOMMM!!!! Scoppiavo, e tante volte, ahimè, era tardi...

Ma adesso ho imparato, dopo l'ultima "esplosione" ritardata (e pagata molto cara) ho capito....

ROBY ha detto...

IL TESTO ... semplicemente MAGNIFICO ...........

PAC :
CONCORDO CON TE ...

KATIU / FRANCY :
è BELLO "TIRAR FUORI" CIò CHE SI HA DENTRO ma A VOLTE SI HA SEMPRE LA PAURA DI FAR SOFFRIRE GLI ALTRI A CUI VOGLIAMO BENE (e da qui le "bugie bianche"...)

NON è BELLO SOFFOCARE LE EMOZIONI DENTRO xò MOLTE VOLTE, x FORZE MAGGIORI, DOBBIAMO SOFFOCARLE ...

A VOLTE x VOLERE DI PERSONE A CUI TENIAMO RINUNCIAMO ALLE NS EMOZIONI ma è QS LA COSA GIUSTA ???
DOVREMMO SEMPRE FARE CIò CHE VOGLIAMO ma A VOLTE NON è LA COSA GIUSTA?.. MA GIUSTA x CHI? e QUALE è LA STRADA GIUSTA??? CHI LO DECIDE ??? ...

è FACILE PARLARE DELLE SITUAZIONI DEGLI ALTRI QUANDO NON CI SI TROVA IN QUELLE SITUAZIONI ...

è BELLO PARLARE e SAPER ASCOLTARE ... e NON SOLO SENTIRE ..

Ivy ha detto...

OH SANTI NUMI! ^__^ CHE COMPLICASSIù! ^__^